Informativa estesa sull'uso dei cookies
Radio Sound
social icons

Poco Male

Sottotono (1 aprile)

01
Apr

“Poco Male” è un invito a trovare sempre il lato positivo di tutte le situazioni, anche quelle che sembrano irreparabili. La ritmicità del singolo è data dalla batteria e da accordi ripetuti di pianoforte che rallenta poco prima del ritornello, seguendo la vocalità di Tormento, per poi esplodere in un ritornello che entra subito in testa.

“È un brano dedicato alla mia compagna di viaggio, noi due sempre insieme. Vivendo sempre al presente con tutte le contraddizioni che comporta crescere. Soci in affari che in un modo o nell’altro sanno sempre come cavarsela. Ci perdiamo e ci ritroviamo, la chiave è riscoprire ogni volta che abbiamo da imparare l’uno dall’altra. Pronti a dare tutto uno per l’altra”
Tormento

Il brano si aggiunge al progetto “Originali”, uscito lo scorso giugno, anticipato dai singoli “Mastroianni”, che ha raggiunto il podio nella classifica EarOne dei brani più trasmessi in radio, e “Solo lei ha quel che voglio 2021” feat. Tiziano Ferro, Guè Pequeno e Marracash. L’album ha riportato sulla scena insieme dopo vent’anni Tormento e Big Fish, lo storico duo rap che ha sancito indelebilmente la nascita e lo sviluppo della musica urban in Italia, precorrendo i tempi in maniera totale e assoluta, e vede al suo interno feat con i maggiori esponenti della scena rap urban italiana. Oltre agli artisti presenti nella versione 2021 di “Solo lei a quel che voglio”, infatti, il disco contiene collaborazioni con Fabri Fibra, Mahmood, Coez, Elodie, Emis Killa, Jake La Furia, Stash, Luchè, Coco, Primo Brown.

I Sottotono torneranno finalmente a suonare live in due date evento, prodotte da Bpm Concerti e Trident Music, nel mese di maggio 2022 a Milano e Roma, rispettivamente mercoledì 11, presso l’Alcatraz, e giovedì 12 al Teatro Centrale. RADIO 105 è media partner ufficiale del tour.


BIO
Sempre secondo le loro regole. In una nascente scena hip hop italiana che, nei primi anni ’90, guardava tutta esclusivamente a New York, Massimiliano Cellamaro (alias Tormento) e Massimiliano Dagani (alias Big Fish) fin dai primi passi della loro carriera hanno mostrato una rara personalità nel fare le cose invece decisamente a modo proprio. Intriso di riferimenti al lato più solare, funk e melodico della West Coast (l’altra faccia, stilistica e geografica, dell’hip hop statunitense), il loro album d’esordio Soprattutto sotto (1994) uscito per la indipendente Vox Pop – unica concessione hip hop per la label - simbolo della scena alternativa italiana degli anni ’90 – è stato all’epoca una sorpresa, un’eccezione, un allegro gesto di rottura che li ha messi subito sulla mappa della scena di casa nostra da osservati speciali. Due anni più tardi, 1996, altra svolta: Sotto effetto stono li trasforma all’improvviso da promesse ad inaspettati padroni del gioco: maturità stilistica e compositiva insieme a singoli di enorme successo (Tranquillo, Solo lei ha quel che voglio e Dimmi di sbagliato che c’è superano tutti le 200.000 copie vendute ciascuno) e una presenza carismatica ed instancabile sui palchi di tutta Italia li trasformano nella vera sensazione della scena rap nazionale, capaci di portare come nessuno prima nei piani alti del pop italiano i sapori della musica urban e dell’r’n’b più sofisticato, andando oltre i confini dell’hip hop più canonico. Seguono altri due LP (Sotto lo stesso effetto, 1999; …In teoria, 2001) e altri singoli di grande successo (come Amor De Mi Vida, o Mai più col featuring di Shola Ama), ma al tempo anche una controversa partecipazione a Sanremo con la traccia Mezze verità che mette sotto stress l’amicizia e l’affinità artistica tra Tormento e Big Fish. Le strade dei due si separano (se non ufficialmente, di sicuro nella realtà dei fatti), offrendo come lascito ben due antologie, Vendesi – Best Of Sottotono del 2003 e Le più belle canzoni dei Sottotono del 2007. Tormento si stacca dal pop per intraprendere un percorso di grande credibilità nel mondo del soul e dell’hip hop più underground (con album come Il mio diario del 2006, Rabbia del 2009 fatto uscire a nomi Yoshi Torenaga, Micro De Oro creato assieme al compianto mc Primo Brown del 2014); Big Fish fa un passo indietro rispetto ai riflettori, diventando uno dei grandi protagonisti dietro le quinte dell’esplosione nel mainstream delle sonorità urban ed hip hop nel nostro Paese, che riportano il rap italiano in cima alle classifica (Fabri Fibra, ma non solo) oppure concedendosi libere uscite ad X Factor (come produttore e coach, affiancato a Manuel Agnelli) e con progetti solisti sperimentali nell’accostare dubstep, hip hop ed indie (Niente di personale, 2013). Negli ultimi tempi, però, i fili mai sciolti definitivamente si riannodano, in silenzio: Tormento e Big Fish tornano progressivamente a sentirsi, parlarsi, vedersi. La scintilla si riaccende. La voglia di tornare a giocare sempre e solo secondo le proprie regole – ma con molta saggezza in più, e molta pressione inutile in meno – si rimette al centro delle loro vite e della loro profonda, preziosa, particolarissima esperienza a due. È ancora di tempo di Sottotono. 2021: arriva un singolo fuori dal 23 aprile, “Mastroianni”, che, insieme al brano “Solo lei ha quel che voglio 2021” feat. Tiziano Ferro, Guè Pequeno e Marracash, uscito il 28 maggio, anticipa il nuovo album “Originali”, disponibile dal 4 giugno 2021.


ORA IN ONDA
On The Mike

Dal Lunedì al Venerdì, in diretta alle 13,00

Gran Bazar
 
Radio Sound snc - viale Papa Giovanni XXIII, 39 - 44021 Codigoro (FE)

d.l. 34/2019 erog. Pubbliche
deltacommerce